Questo articolo è stato già letto945 volte!

Sono stato invitato al Centro culturale “Amici del Timone” di Ferrara per offrire la testimonianza del mio vissuto. Ribadisco, che io sono stato invitato a raccontare la mia testimonianza,  anche se a “qualcuno” possa non piacere o dare fastidio. Non sono stato quindi chiamato ad un dibattito   con chi invece ha un vissuto diverso dal mio,  qualunque esso sia. Purtroppo sono state diffuse, a mio avviso informazioni distorte, di parte, e soprattutto calunnie inappropriate contro la madre chiesa e  i suoi ministri.

Vi informo soltanto  che  sia all’inizio e soprattutto alla fine della serata,  io e mia moglie siamo stati  accompagnati dentro e  fuori al teatro da un ingresso secondario  SCORTATI DA 5 UOMINI DELLA SICUREZZA DA/FINO ALL’AUTO  e all’interno della sala e’ dovuta intervenire la polizia per fermare coloro che avrebbero voluto avvicinarsi a me e IMPORRE la loro visione della vita con prepotenza e a tutti i costi…..alla faccia della tolleranza, liberta’ di opinione e democrazia…..e poi hanno il coraggio di  dire che il GRUPPOLOT  con il suo operato incita alla violenza……..da che pulpito viene la predica!

Ringraziamo di cuore tutti coloro che ci hanno sostenuto nella preghiera e ci hanno inviato centinaia di messaggi di incoraggiamento

e affetto;   ringraziamo gli amici del timone di Ferrara e  i frati dell’Immacolata della chiesa di Santo Spirito soprattutto per la ammirevole

carita’ e  pazienza con cui hanno ascoltato e evangelizzato ad uno ad uno e per lungo tempo  anche questi fratelli, alla fine della serata. 

Dio vi Benedica.

Luca e Teresa di Tolve